FANDOM


Molti anni fa nelle terre del nord viveva una nobile famiglia di potenti guerrieri, che aveva conquistato e dominava con la forza delle armi la popolazione della terra in cui viveva.

Il figlio piu' giovane di questa famiglia, il cui nome era Nikolaij, non era pero' interessato alle arti della guerra: il suo spirito lo portava a ricercare il contatto con il trascendente e il divino ed egli si reco' nei Templi per studiare le arti clericali, nonostante il palese ostracismo e la derisione della famiglia.
Egli impiegava le conoscenze apprese in aiuto di coloro i quali ne avevano bisogno, e cio' in spregio dell'evidente odio che la popolazione provava per la sua famiglia.

Vi fu un anno in cui la primavera e l'estate furono particolarmente asciutte e l'autunno eccessivamente rigido. I campi fruttarono un magro raccolto, ciononostante la popolazione riusci' a sopravvivere grazie alle scorte accumulate negli anni precedenti.
La primavera, pero', la pestilenza giunse a colpire la gente gia' stremata dal lungo inverno e dalla scarsita' di cibo; il giovane si prodigava per quanto poteva con i suoi poteri guaritori, ma la malattia sembrava non fermarsi mai.
Come spesso accade la paura si trasformo' in rabbia e la gente, nel bisogno di vedere un nemico che potesse colpire, concentro' il suo odio su coloro i quali sembravano subire meno danni dalla pestilenza...

La famiglia del giovane Nikolaij venne cosi' accusata di aver portato la peste, il castello venne asaltato e dato alle fiamme ed il giovane fu arrestato ed accusato di avere usato le arti oscure per propagare il male.
Con il potere delle arti che aveva appreso il giovane riusci' ad uccidere uno dei suoi carcerieri e a fuggire. Da quel momento egli visse in clandestinita' come un ladro ed un assassino.
Il suo cuore si induri' ed il desiderio di portare amore alle persone fu interamente prosciugato. Ora egli non pensava ad altri che a se stesso. Per nascondere le proprie origini egli abbrevio' il proprio nome in Nik e per alcuni anni visse dei proventi delle proprie ruberie.
La sua tecnica era semplice: attendeva i propri clienti nascosto nell'ombra e con un rapido colpo alla schiena li liberava dal peso delle loro necessita' terrene.

Una notte, pero', fu suo malgrado protagonista di una scena che cambio' la sua vita...

Il cliente che aveva appena servito, un uomo alto che indossava un lungo mantello nero, proprio mentre egli si apprestava a racoglierne i possedimenti, afferro' la sua mano.
Sempre tenendo il suo polso in una morsa d'acciaio, l'uomo si rialzo' e gli sorrise... Il giovane urlo'.
Lo sconosciuto possedeva quelle che possono solo essere definite come zanne, due canini lunghi e lucenti che splendevano nel buio della notte.
Lo sconosciuto parlo' al ragazzo e gli prospetto' una scelta: morire immediatamente, per sua mano, oppure servire il suo Signore, Vladimir. Di fronte a una simile domanda, il giovane scelse quella che pareva la nia piu' semplice, pensando che avrebbe potuto facilmente fuggire in seguito.
Solo dopo si accorse di quanto poco avveduto fosse stato...

La vita di un Ghoul non e' facile, il giovane Nik se ne rese presto conto, ma la promessa del suo Sire lo guidava ora in ogni sua azione: vivere per sempre, avere il Potere.

Molti anni dopo, l'Abbraccio di Vladimir risveglio' Nik a nuova vita. I ricordi della sua esistenza mortale sbiadirono, diventando poco piu' che ombre, ed in lui si risveglio' la sete di conoscenza arcana che lo aveva portato a cercare nei Templi. Ora pero' il suo desiderio era differente: egli apprese le arti della Magia, divenendo uno Stregone.
La famiglia dei Tremere lo accolse tra i suoi membri e apri' la sua mente agli immensi poteri e alle infinite conoscenze che aveva accumulato nel corso dei millenni ed egli mise le proprie conoscenze, cosi' duramente apprese, al servizio della sua nuova Famiglia, al servizio di suo padre, suo fratello, il suo unico signore: Vladimir.