FANDOM


Nello scorrere degli anni, alcuni clan sono nati e sono crollati. Alcuni nel corso di lungo tempo hanno combattuto e mostrato il loro potere, altri sono esistiti per breve tempo, effimeri come farfalle. Nondimeno, nel bene e nel male, per lunghi o brevi periodi, questi gruppi di giocatori hanno fatto parte della storia di Lumen et Umbra; per questo è bene che siano ricordati, anche se con poche parole.

I BretoniModifica

Fondata da Edmondo.

La corporazione dei cartografiModifica

Fondata da Gmork e patrocinata da Larbem, aveva come scopo quello di tracciare rotte e vie per il mondo di Lumen et Umbra, in un modo più scanzonato e rilassato di quello che pareva, dall'esterno, rispetto a quello dei più antichi Esploratori.

Il loro motto era un breve botta e risposta: "Cognita LeU!" "Semper cognita!" "Certe cognita!"

Possedevano due simboli, in cui venivano plasmati degli orecchini: [CdC] (corporativo dei cartografi) per i membri di gilda e [TdC] (tirocinante dei cartografi) per i probandi. I modelli originari su cui furono plasmati questi orecchini erano gli orecchini a forma di luna a falce.

I draghiModifica

Fondata da Tiamat, partecipò a un "Palio degli Adepti".

I guerrieri nuvolaModifica

Gli ingannatoriModifica

Tecnicamente parlando, si tratta di una gilda che sorse ed ebbe mura, un guardiano e una stele... In un periodo in cui molti dei suoi membri non calcavano più le terre di Lumen et Umbra, la Gilda degli ingannatori fu invasa e conquistata militarmente per mano dei mercenari.

I sayanModifica

Fondata da Mylyty.

Gli spettriModifica

Gli spettri di Laisburg furono per lungo tempo i più strenui e letali nemici dell'ordine dei cavalieri del Tuono.

Come i loro antagonisti principali, anche gli spettri possedevano un'arma temibile: la Mano dello Spettro, ma nessuno sa più che sorte abbia avuto quest'arma.

I Tanar'riModifica

L'Armata dei FalchiModifica